Quando la dolcezza diventa un mestiere

0
1193

La pescarese Sweetest school sforna pasticceri e campioni

A cura della redazione

Il cake design ha cambiato la prospettiva comune sui dolci insegnandoci ad ammirarli, prima di mangiarli. Tipicamente anglosassone, l’elaboratissima arte di decorare torte utilizzando pasta di zucchero, glassa e altri elementi commestibili risale a metà dell’Ottocento. Ma è nel secolo attuale che questa pratica è esplosa, grazie a numerose trasmissioni televisive, prima tra tutte, il celebre “Boss delle Torte”. Oggi di gran moda, il cake design è stato sdoganato anche in un Paese come il nostro, dove le pasticcerie più tradizionaliste si opponevano a questa novità.

Dai dolci monoporzione come i mignon di cheesecake con gelè e frolle alle charlotte alla crema e frutta fresca, dalle torte moderne più in voga come mousse, semifreddi e bavaresi passando per i personaggi dei cartoon più amati dai bambini realizzati in pasta di zucchero, la scuola pescarese Sweetest insegna l’alta pasticceria. L’idea di fare della dolcezza un mestiere è balenata cinque anni fa a Lorenzo Renzetti e a Simona Miramare, esperto di marketing lui e organizzatrice di eventi lei, oggi marito e moglie, i primi in Italia a credere in una nuova figura lavorativa, quella del pastry decorator. Nel 2011 sono partiti i primi corsi professionali che ad oggi hanno formato 700 allievi: «Abbiamo puntato sulla necessità di professionalizzare chi si improvvisava a livello amatoriale in questo settore – spiega Lorenzo – proponendo una nuova figura lavorativa nell’ambito della pasticceria italiana, in grado di offrire un prodotto molto richiesto dal mercato. Dalla semplice creazione di eventi ad hoc per gli appassionati, siamo passati, nel giro di poco tempo e su richiesta degli stessi partecipanti, alla creazione di corsi specializzati in professional pastry e cake design».

Oggi, la scuola è tra le più premiate in Europa e, con un corpo docenti altamente qualificato, continua a “sfornare” i cake designer di domani a suon di pasta di zucchero. Molti corsisti della Sweetest hanno partecipato a concorsi nazionali e internazionali e sono ben 15 le medaglie vinte dagli allievi. Tra questi, Alessandro Petito è riuscito a fare della sua passione un lavoro, conquistando il titolo di vice campione italiano al Campionato di Pasticceria del Sigep 2017.

«La nostra offerta formativa – precisa Simona – è rivolta ai giovani ma anche a chi è disoccupato e vuole ricollocarsi nel mondo del lavoro assecondando il sogno nel cassetto di fare dolci. Forniamo tutti gli strumenti per trasformare talento, manualità e creatività in una vera e propria professione. Affianchiamo i corsisti anche nell’inserimento lavorativo perché Sweetest si pone come il filo diretto tra domanda e offerta. Sono tantissimi i feedback degli allievi che sono stati assunti da pasticcerie o sono diventati docenti, consulenti e dimostratori di famose aziende dolciarie. Alcuni di loro si sono persino messi in proprio. Questa è la soddisfazione più grande». Insomma, il business delle meraviglie ai trigliceridi non è un’utopia.

COSA C’È IN PROGRAMMA PER IL 2017

Da quest’anno, verranno introdotti nuovi corsi di formazione all’insegna delle più innovative tendenze della pasticceria moderna: “A grande richiesta – prosegue Simona – introdurremo i laboratori didattici, dove i corsisti potranno dedicarsi alla pratica. Inoltre, avremo docenti di fama nazionale ed internazionale”. Ma c’è di più, la Sweetest sta ampliando il suo percorso formativo anche nella cucina con lo chef Giovanni Gandino, volto noto del programma “Detto fatto” condotto da Caterina Balivo su Rai2 e ospite fisso su Alice TV, con il quale ha istituito una serie di corsi su pizza e panificazione con lievito madre.

Per i master, spiccano i nomi di Laura Daluiso, stella nascente del cake design e vincitrice tra l’altro del “Vintage Freak Circus” al Cake Festival 2016; Lucia Simeone, artista della wafer paper riconosciuta a livello mondiale; Mary Presicci, Award 2016 come Miglior docente di settore e vincitrice di numerosi riconoscimenti a diverse edizioni del Cake International; Mario Romani, uno dei più bravi e contesi esperti di tecniche di aerografia; il Maestro pasticcere, cioccolatiere, gelatiere e decoratore Sergio Signorini e Mario Ragona, noto per aver partecipato a “La prova del cuoco” di Rai 1.

Un nome importante è quello del pescarese Lorenzo Puca, campione italiano di pasticceria e cioccolateria nel 2016, vice campione de “Il Più Grande Pasticcere”.

Assieme a queste interessanti novità sono poi confermati i Maestri che lavorano con la scuola da diversi anni e hanno contribuito alla formazione di nuove “leve” del mondo della pasticceria e del cake design, come il campione italiano Gennaro Volpe (2 torte Gambero Rosso); Augusto Palazzi, finalista del programma televisivo “Dolci dopo il Tiggì”, condotto da Antonella Clerici; Anna Rosa Maggio, reduce da un Oro al Cake International 2016 di Birmingham; Gina Vitucci, vice campionessa al Campionato Italiano di Cake Design 2016; Maria Cristina Schiazza (4 medaglie d’oro a livello internazionale) e Marco & Davide, i Red Carpet Cake Design, docenti di tecniche di decorazione con la ghiaccia reale.

Per saperne di più
sweetest.it
Tel. 085 916 00 21

LEAVE A REPLY