A Pescara il XVI congresso nazionale dell’Accademia Italiana di Ortodonzia

0
204

Le eccellenze dell’ortodonzia riunite all’Aurum, dal 4 al 6 aprile, per illustrare le innovazioni tecnologiche e le scoperte scientifiche del settore

Il mondo dell’ortodonzia si è dato appuntamento all’Aurum di Pescara dal 4 al 6 aprile per il XVI congresso nazionale dell’Accademia Italiana di Ortodonzia (AIdOr) dal titolo “Ortodonzia clinica basata sull’evidenza scientifica: cosa è realmente determinante
nel trattamento ortodontico?”.  Ad aprire i lavori giovedì 4 aprile il corso precongressuale “Disordini temporo-mandibolari
e occlusione: valutazione clinica e gestione
del paziente disfunzionale” tenuto da un top speaker mondiale del settore, il dott. Jeffrey Okeson. A seguire, venerdì 5 aprile alle ore 9.00, avrà inizio il congresso con i saluti del sindaco di Pescara Marco Alessandrini, del presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri e dell’assessore regionale alla Salute Nicoletta Verì. L’iniziativa proseguirà con un fitto programma di incontri fino a sabato 6 aprile per terminare con due corsi postcongressuali tenuti da relatori europei di rilevanza internazionale, Ivan Malagon e Dirk Wiechman.

Una tre giorni dedicata all’approfondimento legato alle ultimissime novità in campo ortodontico, che vedrà coinvolti 37 relatori tra i maggiori esponenti in campo tecnico, medico e scientifico, italiani e stranieri. Un congresso che, giunto alla XVI edizione, rappresenta un passo verso il futuro dell’ortodonzia, tra innovazioni tecnologiche e scoperte scientifiche.

A riunire le eccellenze del settore nel capoluogo adriatico il presidente di AIdOr, il dott. Daniel Celli: «È per me un grande onore poter organizzare in Abruzzo e a Pescara un evento scientifico di portata transnazionale. Credo fortemente nella qualità della nostra iniziativa, nel riscontro presso i congressisti e nella risposta della nostra città, che con AIdOr abbiamo proposto con tutte le nostre forze privilegiandola ad altre località tradizionalmente opzionate per gli eventi congressuali».

L’evento, patrocinato da numerose società scientifiche, realtà istituzionali e accademiche, tra cui l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara è stato favorevolmente accolto da prestigiose aziende dell’ortodonzia.

Il congresso sarà un’occasione di incontro e di confronto sulle tematiche più attuali del campo. L’evento, inoltre, si avvale della collaborazione organizzativa dell’agenzia di comunicazione Mirus e del Provider ECM Non Solo Meeting.

«Al composito panel di esperti relatori che parteciperanno all’iniziativa – prosegue il presidente di AIdOr – abbiamo chiesto di riflettere su quelli che riteniamo essere i temi più importanti della nostra specialità: dai fattori determinanti nel trattamento ortodontico al servizio “patient centered”, dall’ortodonzia clinica basata sull’evidenza scientifica ai comportamenti e le terapie da adottare in assenza di tale evidenza. Si parlerà, tra l’altro, dei rapporti tra disordini temporo-mandibolari, occlusione ed ortodonzia, TADs (ancoraggio scheletrico), ortodonzia invisibile, nuove tecnologie e innovazioni in diagnosi e terapia ortodontica, per concludere con il trattamento precoce».

Ampio spazio sarà dedicato ai minicorsi clinico-pratici su alcuni tra gli argomenti più trendy del momento che opinion leader selezionati tratteranno durante i working breakfast precongresso del 6 aprile mattina e nei workshop aziendali. Inoltre, sarà presente un’area espositiva con le novità del settore.

«Tutto questo – conclude il dott. Celli – con la consueta partecipazione qualificata e graditissima dell’Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia (ASIO) e dall’Accademia Italiana di Ortodonzia Tecnica (AIOT). Non mancheranno, infine, momenti di aggregazione per vivere con gli ospiti l’atmosfera di una città dinamica, giovane e accogliente come Pescara».

 

Per saperne di più: www.aidor2019.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY