Farmer, “dalla terra alla padella”

0
634

Al via la rassegna enogastronomica che, attraverso 6 cene, valorizzerà gli eccellenti prodotti del territorio abruzzese rielaborati dalle sapienti mani dei cuochi

Sei agricoltori e sei chef per sei eventi enogastronomici. Sono i numeri di Farmer, “dalla terra alla padella”, la rassegna gastronomica che partirà lunedì 29 maggio 2017 e vedrà un calendario ricco di eventi fino al mese di novembre.

L’idea è di Francesco Cinapri, ispirato da anni di ricerca nel campo dell’enogastronomia e dell’organizzazione di eventi come “Fud Espressioni di Gusto”, oggi partner dell’agenzia di comunicazione Circle Studio insieme a Raffaele Rotondo e Christian D’Aloia. Coinvolta nel progetto anche l’imprenditrice del mondo del vino, Chiara Ciavolich che, per l’occasione, aprirà le porte della sua vineria di Miglianico (Ch) ospitando le cene che vedranno protagoniste edificanti conversazioni tra chef e produttori.

Ieri, in occasione della conferenza stampa di presentazione del progetto, l’ideatore Cinapri ha spiegato il concept dell’iniziativa: «Per arrivare a Farmer ci sono voluti anni di ricerca sul territorio e finalmente siamo arrivati ad un nuovo concetto di comunicazione. Fino a qualche tempo fa tutti eravamo concentrati sulla spettacolarizzazione della cucina, ma adesso, è il nostro territorio ad aver bisogno di contenuti».

Per Chiara Ciavolich, Farmer è una rassegna che racchiude in sé una grande bellezza: «Per una volta i riflettori non saranno puntati solo sugli chef, ma su agricoltori, allevatori e sui loro prodotti di eccellenza. Il territorio va raccontato e noi lo faremo nelle grotte della mia vineria a Miglianico. Un gesto importante per dare voce ai produttori di eccellenze abruzzesi e, in particolare, a coloro che durante l’inverno scorso hanno subito gravi danni alle aziende».

Oltre agli chef presenti in sala Arcangelo Tinari – Villa Majella, una stella Michelin (Ch), Gianni Dezio – Tosto (Te) e Marzia Buzzanca – Percorsi di Gusto (Aq), hanno preso parola alcuni dei produttori coinvolti nella rassegna: Antonello Egizi – Forme d’Autore (Aq), Alfonso D’Alfonso – Terre del Tirino (Aq) e Pietropaolo Martinelli – Azienda Agricola Martinelli (Pe).

«L’aspetto fondamentale di Farmer è la cooperazione tra produttori e chef – ha detto Martinelli – e l’esaltazione della materia prima. Farmer è anche uno strumento per parlare di tutti quei territori e quelle aziende abruzzesi, come la mia, che hanno subito danni durante le pesanti nevicate dell’inverno scorso. È un’occasione per mantenere viva l’attenzione sulle aree interne, troppo spesso dimenticate e sottovalutate».

«Farmer coinvolge esponenti di tutte e quattro le province abruzzesi – conclude Cinapri-, per dare visibilità all’Abruzzo e alla sua biodiversità, al suo mare, ai suoi monti e tutto ciò sarà nei piatti presentati durante le cene».

Il primo appuntamento con cena del 29 maggio sarà incentrato sulla conversazione tra lo chef Arcangelo Tinari di Villa Majella e il produttore Ettore Camera dell’Azienda Agricola Villa Giulia di Tocco Da Casauria, insieme affronteranno il tema degli allevamenti intensivi.

Per saperne di più e per il calendario della rassegna:

www.dallaterrallapadella.it

LEAVE A REPLY