L’associazione di promozione sociale “Koilos” presenta a Pescara la mostra “Monere: sono solo mostri”

0
510

Una mostra multimediale per compiere un viaggio interiore attraverso le installazioni degli artisti del territorio

Dal 15 al 29 settembre l’Associazione di Promozione Sociale (APS) Koilos propone la mostra di arti multimediali “Monere: sono solo mostri”, nei locali in via Carlo Alberto dalla Chiesa a Pescara Nord. Presieduta da Don Cristiano Marcucci, Koilos è un’APS che si occupa di spiritualità e cultura attraverso l’organizzazione di corsi di crescita personale e formazione per professionisti delle relazioni d’aiuto. Inoltre, l’associazione promuove eventi artistici e organizza viaggi in luoghi d’interesse culturale e storico.

Il prossimo appuntamento di Koilos “Monere: sono solo mostri” prevede un’anteprima per la stampa sabato 14 settembre alle 18.00, mentre l’apertura si terrà domenica 15 settembre dalle 10.00. «Una mostra collettiva – afferma Don Cristiano – che sottopone ai fruitori i mostri interiori che attanagliano l’uomo». Tanti gli appuntamenti e gli ospiti che si susseguiranno nel periodo della mostra, tra cui l’incontro dal titolo “Altri a se stessi” alla presenza di Moni Ovadia, attore, regista, cantante e narratore di origine ebraica, lunedì 23 settembre alle 21.00.

“Monere: sono solo mostri” accoglie artisti e fotografi del territorio tra cui Mimmo Francone, Emanuele Dragone, Stefania Lai, Manuela Toto, Ivo Spitilli, Roberto Ronca e il fotografo internazionale Stefano Schirato, che esporranno istallazioni, video, opere pittoriche e fotografiche, tutte legate al tema dei mostri interiori. La parola “monere” è l’infinito del verbo latino “moneo” che significa “avvisare”, da cui deriva la parola “monstrum”, dunque “mostro”. In origine i mostri erano considerati “avvisi” divini veicolati da creature deformi, contrarie all’ordine naturale, incaricate dalle divinità per avvisare l’uomo circa un disordine interiore.

«Nei miti e nelle leggende – spiega Manuela Toto, referente Koilos dell’area eventi e cultura – il mostrorappresenta il nemico contro cui il protagonista si batte rischiando la sua stessa vita e insieme l’occasione per scoprire i suoi poteri e le sue risorse. “Monere” propone quindi ai fruitori un’esperienza che permette di riconoscere i propri mostri interiori: solo chi sa individuare i propri mostri conosce davvero se stesso, i propri limiti e le proprie qualità. Gli artisti coinvolti hanno lavorato con l’intento di trasmettere il messaggio che i nemici temuti all’esterno non sono altro che proiezioni dei propri fantasmi e dei timori rispetto al proprio vissuto: un percorso da fuori a dentro per contenere la paura e l’odio che purtroppo oggi spesso caratterizzano un modo distorto e pericoloso di leggere la realtà».

Apertura al pubblico domenica 15 settembre dalle 10.00.

Appuntamenti formativi e culturali che si svolgeranno nel corso della mostra:

  • Lunedì 23 settembre alle 21.00 evento “Altri a se stessi” con Moni Ovadia.
  • Venerdì 20 settembre alle 19.00 presentazione del libro “L’Ammidia” (Solfanelli Tabula Fati) a cura di David Ferrante.
  • Mercoledì 25 settembre alle 20.30 incontro informativo della Scuola italiana per consulenti familiari (Sicof) di Roma, che svolge i suoi corsi a Pescara in collaborazione con Koilos.
  • Sabato 28 settembre alle 18.00 incontro dal titolo “La vulnerabilità dei supereroi: paure e dubbi dei genitori affidatari” con l’equipe del Comune di Pescara che si occupa di Affido Familiare.
  • Domenica 29 settembre alle 17.00 incontro con gli artisti che racconteranno com’è nata la mostra.

 

LEAVE A REPLY