Lazzaroni: il biscotto 4.0

0
316

Lo storico biscottificio investe 30 milioni di euro e punta su un’innovazione di processo e di prodotto con particolare attenzione al settore ricerca e sviluppo

A cura della redazione

Secoli di tradizione, autentica passione e continua ricerca della qualità sono gli ingredienti principali dei biscotti Lazzaroni. Una ditta storica del comparto dolciario italiano, produttrice, fra l’altro, degli Amaretti di Saronno (gli unici con questa denominazione, essendo un marchio registrato). Prima tra le imprese ad industrializzare la produzione di biscotti, avviando la commercializzazione con l’omonimo marchio a partire dal 1888, la Lazzaroni, oggi, prosegue sul solco dell’avanguardia e si rivoluziona all’insegna di industria 4.0.

Trasferitasi da Saronno in Abruzzo nel 2004, la D. LAZZARONI & C S.p.A. produce dal 2013 negli stabilimenti di Pretoro (CH) e Isola del Gran Sasso (TE), rappresentando una delle realtà aziendali più importanti nel panorama non solo regionale, ma nazionale. Ed è proprio dallo stabilimento teramano, in un territorio ferito da ben due terremoti e dalla nevicata del gennaio 2017, che si riparte per un balzo diretto al futuro. Industria, ricerca, sviluppo, occupazione, internazionalizzazione, le parole chiave di una nuova progettualità. Definita «una realtà encomiabile» dal commissario straordinario del governo per la ricostruzione del sisma 2016, Paola De Micheli, che ha visitato l’azienda nel mese di aprile, accompagnata dal vicepresidente della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli.

«Nel mio lavoro, la Lazzaroni è una piacevole eccezione – ha detto – una volta tanto, invece di macerie, ho trovato alta tecnologia, invece di sgomberi, si è parlato di investimenti». Nell’occasione Domenico Iannamico, amministratore unico della D. LAZZARONI & C S.p.A, ha illustrato il piano industriale 2018-2021 e il relativo progetto di investimento di 30 milioni di euro. Durante la visita della De Micheli è stato solennizzato il Contratto di sviluppo industriale Invitalia, grazie ad un accordo di programma sottoscritto tra Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) e Regione Abruzzo, che ha cofinanziato l’iniziativa con risorse regionali del Por FESR 2014 – 2020. Una prima parte del Contratto di sviluppo è stata già realizzata con un nuovo plesso aziendale di 10mila metri quadri e macchinari altamente automatizzati – ha spiegato Iannamico -. Le nuove linee produttive entreranno in funzione dal 2018. Entro il 2021, invece, porteremo a compimento tutti gli investimenti del quadriennio, in previsione del raddoppio del fatturato attuale, puntando anche su un significativo incremento occupazionale».

Avete presente i Velieri, i pasticcini costituiti da un biscotto abbinato ad una tavoletta di finissimo e squisito cioccolato al latte? Preparati con la ricetta di sempre, sono un prodotto storico firmato Lazzaroni. Il simbolo del veliero, ancora impresso sul biscotto e presente sulle confezioni di pasticceria, ricorda l’antica vocazione all’esportazione dell’azienda…

Per saperne di più, la versione integrale dell’articolo è sul nuovo numero, in edicola!

LEAVE A REPLY