Cicloturismo, l’Abruzzo a tutta

0
899

La nostra regione si distingue fra le occasioni di viaggio in bicicletta in Italia. Con progetti che sono diventati casi di studio nazionale e nuove proposte, come quella de Le Vie della Pace, lungo l’ex Linea Gustav.

Dati nazionali ed esperienze regionali. Buone pratiche e ottimi risultati, tanto da diventare esempio da seguire, promozione del territorio grazie al cicloturismo, formula impensabile fino davvero a pochi anni fa. E nuovi eventi in arrivo nei quali si fondono Art, Bike & Run + Wine, come dal nome dell’appuntamento in programma dal 17 al 19 maggio prossimi a Fossacesia Marina, sulla Costa dei Trabocchi.
Di rientro dall’ultima edizione della Fiera del Cicloturismo, tenutasi a Bologna dal 5 al 7 aprile scorsi, il punto della situazione sul mercato di riferimento, con un Abruzzo che incuriosisce e attira sempre più chi sceglie di viaggiare in sella a una bicicletta. Nove gli operatori che hanno accolto i curiosi nello spazio Abruzzo allestito in fiera: Abruzzotravelling, Keymount di Marini Davide, Vyvigo Tours And Events, Escursioni da Paura Gran Sasso, Bikelife Tour Operator, Gal Costa Dei Trabocchi, Dmc Costa Dei Trabocchi, Animabruzzo, Cammino Dei Briganti.

All’interno dei talk della tre giorni di Bologna, anche un momento dedicato a Bike To Coast for everyone, progetto di turismo accessibile per l’inclusione delle persone con disabilità, con un’azione coordinata a livello regionale per una vacanza attiva accessibile sulla pista ciclabile costiera. Insieme ai 19 comuni della costa abruzzese, Anfass, Legambiente Abruzzo, Lega Navale Ortona, è stata organizzata una proposta turistica completa, incentrata sulla ciclabile che corre per 131 chilometri lungo la costa adriatica (quasi completamente realizzata). Con servizi turistici accessibili, attività di informazione ed accoglienza pensate espressamente per le persone con disabilità, azioni formative specifiche – ad esempio corsi di sensibilizzazione al LIS, la lingua dei segni – per gli operatori degli uffici di informazione turistica ed anche per i privati aderenti, tirocini per persone con disabilità, poi impiegate in alcune delle attività turistiche organizzate lungo il tracciato della ciclabile.

In Fiera, Isnart e Legambiente hanno presentato il nuovo Rapporto sul Cicloturismo – Viaggiare con la bici – La via italiana al cicloturismo 2024. Nella precedente indagine era già emerso che «Tra le regioni meridionali, l’Abruzzo rappresenta la regione con la più alta specializzazione in materia di cicloturismo». Ora viene citato come buona pratica il caso della Costa dei Trabocchi con particolare riferimento alla Rete Ciclabile dei Trabocchi «divenuta negli anni anche un contenitore di esperienze di fruizione delle diverse anime del territorio, dove la ciclovia è, da un lato, “attrattore” di flussi turistici nuovi e, dall’altro, un abilitatore-connettore per una vera e propria strategia di trasformazione cicloturistica del territorio – come si legge nell’indagine -. Infrastruttura fisica che offre ai turisti in bicicletta l’opportunità di visitare e gustare il territorio su oltre 300 km di percorsi; inoltre, un ecosistema digitale per il turismo, un luogo virtuale di condivisione di immagini, storie, informazioni e indicazioni sviluppato grazie al partenariato tra attori pubblici – Regione, Provincia, Camera di Commercio di Chieti-Pescara – e privati. Una strategia di sviluppo promozionale di lungo periodo, guidata dal Gal Costa dei Trabocchi».

Lo stesso Gal – che promuove inoltre la Rete Ciclabile dei Trabocchi, un sistema di 15 percorsi che sviluppano oltre 300 chilometri di occasioni di pedalata fra la costa e le colline – promuove un’indagine per tracciare l’identikit del cicloturista che sceglie la Via Verde. Stando agli ultimi dati (estate 2023) 6 cicloturisti su 10 sono giovani: un 47 per cento di Millennial e un 14 per cento di Centennial; rispetto ad agosto 2022, la quota young dei flussi registra un +4,4 punti percentuali. Segue la Generazione X (31 per cento).

A livello nazionale dal rapporto Viaggiare con la bici 2024, realizzato da ISNART, Istituto Nazionale Ricerche Turistiche e Legambiente in collaborazione con Bikenomist, emerge che, per citare alcuni dati «I cicloturisti hanno generato 56,8 milioni di presenze nel 2023 e che l’impatto economico diretto è stato di oltre 5,5 miliardi di euro». Il tutto mentre l’Abruzzo si prepara ad accogliere una nuova occasione di pedalata, lungo quella che era la Linea Gustav, linea fortificata difensiva realizzata dai tedeschi durante la Seconda Guerra mondiale. Proprio il 18 maggio – durante lo svolgimento di Art, Bike & Run, tre giorni di divertimento tra sport, arte, enogastronomia, promozione del territorio, incontri – ci sarà l’inaugurazione de Le Vie della Pace, un progetto promosso e realizzato dal Parco Nazionale della Maiella, Gal Costa dei Trabocchi, Gal Maiella Verde, data che coincide con l’ottantesimo anniversario dello sfondamento della Linea Gustav a Cassino e l’apertura della strada verso Roma, evento determinante per la fine della Seconda guerra mondiale.

Lo spazio Abruzzo alla Fiera del Cicloturismo

Il progetto prevede l’installazione della segnaletica cicloturistica per un percorso circolare di circa 200 chilometri su un itinerario che parte dal cimitero militare britannico di Torino di Sangro e dal cimitero militare canadese di Ortona, per attraversare i territori del Sangro e che sarà completato con la realizzazione del primo tratto del Cammino della Via Gustav.

Il Parco nazionale della Maiella sta lavorando alla realizzazione del Cammino della Via Gustav, contestualmente il Gal Costa dei Trabocchi e il Gal Maiella Verde stanno realizzando una serie di percorsi ciclabili nei propri territori, insieme hanno deciso di adottare la Linea Gustav come filo narrativo per questa nuova rete ciclabile. La Camera di Commercio industria e artigianato Chieti-Pescara collabora alla realizzazione di questi progetti.

L’obiettivo è realizzare un progetto culturale turistico che partendo dalla storia, dai fatti realmente accaduti, sia in grado di veicolare messaggi di pace, solidarietà e prosperità per mostrare come la resilienza e la speranza siano in grado si riscattare le pagine più buie della nostra storia. Art Bike & Run + Wine è un evento internazionale promosso da Legambiente Abruzzo in collaborazione con la Camera di Commercio Chieti Pescara, Gal Costa dei Trabocchi. Partner istituzionali della manifestazione sono Regione Abruzzo, Provincia di Chieti, Comune di Fossacesia.

A cura della Redazione