Gianluca Esposito: per la prima volta in concerto all’auditorium Parco della Musica di Roma

0
101

Di BMW – Barbara Maria Wales

Eclettico sassofonista e didatta pescarese, Gianluca Esposito si eisbirà – per la prima volta – nel prestigioso Auditorium Parco Della Musica di Roma, l’edificio progettato dall’archistar Renzo Piano, centro culturale polifunzionale e sede dell’omonima etichetta discografica, Parco Delle Musica Records. Appuntamento a stasera alle 21 nella sala Studio Borgna, in viale Pietro de Coubertin 30 (ingresso 15 euro). Con lui sul palco: Amedeo Ariano alla batteria, Luca Bulgarelli al contrabbasso, Mauro Grossi al pianoforte.  

 

Forte di oltre 40 collaborazioni discografiche e una manciata di album a suo nome – JatziaLittle GrooveConversation with a Big Man e Biancoscuro – Gianluca Esposito è ora impegnato nelle presentazioni di The Hammer, il nuovo disco lanciato dalla Wide. Questo album consacra l’incontro del musicista pescarese con il batterista americano Gregory Hutchinson. “È il groove il segreto di questo disco – si legge sull’autorevole webzine di settore, JazzConvention -. Chiaramente per nulla velato ma evidente e tellurico, d’impatto, proprio come il brano di apertura, la tracklist. Un martello ritmico ad alta frequenza cardiaca, che costringe il piede a battere il tempo e inseguire la fuga vibrante e articolata del sax di Esposito”.

 

Il concerto prevederà un mix di composizioni originali contenute proprio in The Hammer, evergreen del jazz e pezzi inediti. Il tutto condito da un elegante equilibrio tra funk, swing, latin. “Sono molto contento di far sentire la mia musica da un palco così importante – dichiara Esposito -. L’Auditorium è un vero punto di riferimento a livello nazionale. Presentare i miei brani in questa cornice è davvero una grande emozione, che condivido con fidati amici e compagni di viaggi musicali, tutti ottimi professionisti”.

 

Ma c’è un altro abruzzese che ha già calcato l’importante palcoscenico e che in un certo senso è di casa dell’Auditorium: Piero Delle Monache. Hashtag jazz e sassofono, verrebbe da scrivere, dato che queste sono le parole-chiave di entrambe. E non a caso Piero, classe ’82, è stato allievo di Gianluca, circa 20 anni fa. Per la Parco Della Musica Records Delle Monache ha inciso: Thunupa, Aurum e Planet E. Tra le principali collaborazioni di Esposito invece, meritano di essere ricordate quelle con Steve Grossman, Bob Mintzer, Mike Stern, Hiram Bullock e i trombettisti italiani Fabrizio Bosso e Flavio Boltro.

 

Biglietti disponibili al botteghino oppure qui: http://www.ticketone.it/tickets.html?affiliate=FMR&doc=erdetaila&fun=erdetail&erid=2156857

Infoline: 06/80241281

 

 

LEAVE A REPLY