Sentirsi a casa con D’Andrea&D’Andrea

0
26

Ideare, progettare e realizzare soluzioni abitative al passo con i tempi e con il territorio, garantendo comfort e vivibilità

 

Cosa significa vivere in una casa moderna? La tendenza emergente sembra essere il ritorno ad un’abitazione accogliente nella quale le sensazioni di comfort, relax, rifugio possano trapelare dal design e dalle architetture. Razionalità, funzionalità, sostenibilità economica e ambientale sono le componenti essenziali. Prerogative che l’edilizia residenziale di D’Andrea&D’Andrea rispecchia appieno perché ideare, progettare e realizzare soluzioni abitative è il mestiere di famiglia. Tra i leader del settore in Abruzzo, il gruppo muove i suoi primi passi più di 50 anni fa con Michele D’Andrea (senior), che ha trasmesso agli eredi i capisaldi di una filosofia vincente basata su innovazione e affidabilità. Testimonianza dei suoi successi sono i più di 50 complessi immobiliari realizzati, il che vuol dire circa 4.000 unità consegnate ad altrettanti nuclei familiari soddisfatti.

Oggi, la guida dell’azienda è passata nelle mani dell’omonimo nipote, il giovane Michele D’Andrea (amministratore delegato), e della figlia Rita D’Andrea (presidente del Consiglio d’amministrazione), un binomio perfetto che calibra dinamismo e solidità.

 

La qualità prima di tutto: «Per noi è fondamentale – spiega Michele junior – e si traduce nella ricerca continua dell’uso dei migliori materiali in fase di costruzione e finitura per gli interni, che garantiscono la realizzazione di un prodotto durevole nel tempo. Il nostro impegno è teso a migliorare la qualità della vita, costruendo secondo standard ecologici ben definiti».

«L’attenzione all’innovazione – prosegue il ceo – è un altro elemento fondante dei nostri progetti. Attraverso la ricerca e l’applicazione di metodologie e tecnologie di ultima generazione, operiamo per migliorare il comfort e la sicurezza delle persone che abiteranno le nostre case, nel rispetto assoluto delle nuove edificazioni in zone sismiche».

Dall’architettura dipinta, grazie alla collaborazione con l’artista Franco Summa alla consulenza di Oriol Bohigas, uno dei più affermati e importanti urbanisti contemporanei d’Europa, i costruttori non hanno mai trascurato l’aspetto estetico facendosi notare sul territorio con uno stile proprio. Via Trento Place e Onehundred a Pescara, Akoya e Le Talisie a Montesilvano, proseguono su questo solco scardinando le geometrie abitative tradizionali a vantaggio di linee morbide che richiamano il modernismo. Così, i complessi residenziali si notano per le curve equilibrate e armoniose che richiamano una consistenza quasi organica, ispirata a forme naturali. La loro superficie esterna è rivestita dal Kalk, una resina bianca, liscia e lucente che conferisce un design esclusivo ai palazzi e apporta anche benefici in termini di manutenzione.

«La casa è un bene prezioso da vivere, deve arricchire la città e le persone. Teniamo moltissimo all’aspetto architettonico dell’immobile – afferma Rita D’Andrea -. Curiamo i dettagli estetici e funzionali alla perfezione. Tanto per fare un esempio, le tubazioni sono incassate nei muri e prevediamo una unità esterna per i climatizzatori, nascosta all’interno dei terrazzi».

Negli ultimi anni, specie nelle contrattazioni immobiliari, ha assunto sempre più importanza la classe energetica degli edifici. È fatto conclamato che il mercato guardi sempre con maggiore attenzione alla classe in cui questo ricade: «Questo è un tema al quale dedichiamo massima considerazione – precisa Michele – perché applichiamo le disposizioni contenute nella normativa europea. Inoltre, puntiamo anche sull’isolamento termico per un risparmio sui consumi fino al 30% annuo».

Creare relazioni con le persone che cercano casa è una priorità: «Ecco perché mettiamo a disposizione i nostri consulenti commerciali nei vari uffici di vendita realizzati appositamente nelle vicinanze dei complessi in via di realizzazione e consegna. Effettuato l’acquisto, il cliente non verrà mai trascurato – conclude Rita – perché i professionisti del gruppo saranno a loro disposizione per qualsiasi esigenza manutentiva». Una volta varcata la soglia di un appartamento firmato D’Andrea&D’Andrea, la prima impressione scaturisce da un antico quanto ricercato desiderio: sentirsi a casa.

LEAVE A REPLY