Le tante declinazioni dell’economia per uno sviluppo sostenibile

0
23

Accesso al credito, fondi Ue, Zes, innovazione, industria 4.0, turismo e cultura.
Sono queste le parole chiave del neo assessore regionale allo Sviluppo economico, Mauro Febbo, al quale abbiamo dedicato la nostra Cover Story. Ponderose deleghe – Attività produttive, Turismo, Beni culturali e Spettacolo – per un solo uomo politico, che in realtà non rappresentano un ostacolo, bensì una sfida che punta alla «ripresa e al riscatto» del tessuto produttivo del territorio. Un percorso intrapreso con grande entusiasmo, con un occhio di riguardo all’industria sostenibile, dove l’apporto programmatico e finanziario a regia regionale sarà fondamentale. Frattanto, Febbo riscontra come l’Abruzzo stia guardando avanti «con fiducia e impegno». Ce ne danno una prova le tante realtà esplorate per voi.
Nel numero 14 di Abruzzo Economia, abbiamo incontrato il giovane imprenditore pescarese inserito nella prestigiosa classifica “Best Under 30 Innovator” di Forbes. Lui è Rodrigo Di Lauro, a soli 27 anni ricopre gli incarichi di presidente e amministratore delegato di Life Learning Group, una società di Edu-Tech che forma i lavoratori di domani, progettando un modo di imparare verticalmente, mettendo a disposizione tecnologia, didattica e programmi all’avanguardia. Sempre a Pescara, abbiamo conosciuto una realtà giovane e dinamica, si chiama 3PW (acronimo di Third Part Web) ed è specializzata nella consulenza e nel supporto a medie e grandi imprese nella vendita su Amazon, il più importante marketplace del mondo.
Dall’economia digital, un settore sempre più rilevante per l’Abruzzo, passiamo poi ad un focus su efficienza energetica e innovazione tecnologica ai fini dello sviluppo sostenibile, con la sinergia tra l’azienda abruzzese Modus FM e il colosso coreano LG.

Sostenibilità percorribile anche grazie all’economia del mare, una risorsa in grado di generare ricchezza, occupazione ed innovazione, che dovrebbe essere maggiormente protagonista nella nostra regione, come leggerete nell’approfondimento in primo piano.  Nel declinare il concetto di sostenibilità, non trascuriamo l’economia della terra, raccontandovi della caparbietà di una ventenne, Sara Aromatario, che è riuscita sorprendentemente nell’impresa green di coltivare luppolo sopra i 1.200 mt, a Castel del Monte (AQ), il paese della pastorizia. Dalla birra del Gran Sasso di questa giovane produttrice ai vini delle migliori cantine del territorio, ripercorriamo per voi le tappe salienti
dell’Abruzzo alla 53esima edizione Vinitaly. Dal vino al pane, vi parliamo di una “rivoluzione bianca” che profuma di buono e risolleva le sorti di un settore in crisi, e lo facciamo con i maestri artigiani di Fiesa Assopanificatori Confesercenti d’Abruzzo, protagonisti di una nuova stagione in difesa dell’arte del fornaio.

Buona lettura.

LEAVE A REPLY