Marketing territoriale, l’idea di #tripinMontesilvano

0
644

L’hashtag ha dato vita a uno storytelling creativo per promuovere lesperienza di una vacanza abruzzese

Sempre più, nell’effettuare la scelta d’acquisto si cercano informazioni specifiche sul prodotto e ci si affida a consigli e recensioni on line. Vale anche per la scelta di una destinazione turistica. Le persone, prima di intraprendere qualsiasi viaggio, cercano online. Se a dare un giudizio positivo di una vacanza sono coloro che hanno fidelizzato la propria community, con contenuti autorevoli e credibili, non possono che creare un valore aggiunto alle destinazioni turistiche. Un’opportunità, quindi, per enti pubblici e privati, rappresentata dall’utilizzo di un canale attualissimo, il web, che rende possibile una comunicazione più diretta e su larga scala.

È da questo nuovo modo di comunicare che nasce l’influencer marketing, il presente dell’advertising. Il vero punto di forza di un influencer è quello di riuscire a catalizzare l’attenzione di un numero elevato di follower. Ciò gli permette di diventare un vero e proprio punto di riferimento per gli utenti, riuscendo molto spesso ad influenzarne  l’opinione, le scelte e le decisioni. Mentre in passato era il testimonial di turno a promuovere un brand o una meta turistica, oggi grazie al web – lo sappiamo bene da un bel po’ – a farlo sono gli influencer.

Analizzando tutti questi fattori, il travel blogger – anch’esso una sorta di influencer marketing – può essere dunque una risorsa importante per la comunicazione e la promozione di un’attività ricettiva o di un territorio, mettendo in risalto le caratteristiche dello stesso, mostrando le attività che possono essere svolte, dando consigli su luoghi da visitare. Con questa nuova strategia è evidente la possibilità di raggiungere grandi numeri di persone targettizzate a costi ridotti, rendendo le aziende e le amministrazioni più “vicine” e credibili. Risultano di fondamentale importanza i contenuti visuali, che sempre più indirizzano le scelte di acquisto. Il territorio viene “visto” e “raccontato” dal travel blogger che ne elabora un contenuto personalizzato, in linea con gli interessi della sua community. Ecco che un luogo da promuovere, visitare e conoscere viene restituito attraverso esperienze e storytelling appealing, assicurando di volta in volta al brand contenuti freschi e in linea con i trend social.

Da qui nasce l’esigenza e l’opportunità di ricorrere all’influencer marketing. Una figura che rappresenta una forte leva promozionale per il settore turistico, soprattutto per la GenZ. Con l’ausilio di stories, racconti social e storytelling creati per l’occasione, l’influencer o travel blogger diventa il primo promoter del territorio, colui che racconta i luoghi e le emozioni vissute nello stesso.

Promuovere creativamente sul web diventa una “missione” anche in Abruzzo, un luogo pieno di bellezze naturali, paesaggistiche e storiche

Ecco un esempio felice tutto abruzzese. Con il sostegno dell’amministrazione comunale di Montesilvano che ha sposato l’idea, Fabio Ippoliti, giovane social media specialist e influencer marketing, ha realizzato e dato vita a un progetto di promozione turistica che ha valorizzato questa cittadina, raccontando in modo originale e creativo l’esperienza di una vacanza.

Ippoliti ha ideato una campagna digitale ad hoc finalizzata a mettere in evidenza l’attrattività di questo Comune costiero come destinazione turistica (mare, sport, ospitalità, shopping, enogastronomia). «Attraverso l’hashtag #tripinMontesilvano – spiega – travel blogger e influencer hanno diffuso sui loro canali e per le loro community di oltre 100.000 follower, le esperienze vissute, attraverso contenuti creati per l’occasione».

L’iniziativa #tripinMontesilvano è ormai giunta, nel 2022, alla sua seconda edizione e ha regalato grandi soddisfazioni all’amministrazione comunale di Montesilvano, al sindaco Ottavio De Martinis, agli assessori Alessandro Pompei e Deborah Comardi e all’organizzatore Fabio Ippoliti, che ne sottolineano l’ottimo riscontro in termini di presenze e di visibilità per la città adriatica. E annunciano che il prossimo anno #tripinMontesilvano sarà riproposto con obiettivi ancora più ambiziosi.

La seconda edizione, conclusasi da poco, ha visto protagonisti una serie di blogger seguiti sui social da centinaia di migliaia di follower, i quali sono giunti in città per descrivere le risorse naturali, enogastronomiche, gli eventi e le opportunità a quanti volessero trascorrere le proprie vacanze a Montesilvano. Fabio Ippoliti ha dichiarato: «Anche quest’anno, un bilancio finale con insight e feedback molto positivi oltre le aspettative. Tra selfie, reel, post e racconti nelle stories, si è generato un movimento on line che ha portato a coinvolgere più di 200.000 utenti in tutta Europa, con oltre 100.000 interazioni con i contenuti prodotti. A colpire non sono solo i dati numerici ma i numerosissimi feedback positivi provenienti da utenti internazionali, i quali hanno manifestato la reale voglia di scoprire Montesilvano, prenotando vacanze e soggiorni nel territorio e allo stesso modo dalle famiglie che, ispirate alle attività di Robysushi (nota food influencer) con il piccolo Edoardo, hanno scoperto Montesilvano come una meta ideale per le vacanze con i bambini. I luoghi raggiunti dai contenuti dei blogger hanno visto la presenza di numerose città italiane, principalmente Roma e Milano, e di una percentuale internazionale riferita a Usa, Francia, Spagna e Germania, grazie all’esperienza raccontata dai “Trip.n.roll». Un risultato importante che dimostra come sia crescente l’esigenza di sfruttare al meglio i canali di marketing territoriale.